Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)

Polinago

Gombola

In questa borgo si possono ammirare antichi mulini e storiche chiese. Colpiscono in particolare scorci paesaggistici di incantevole bellezza.

La memoria dell'illustre passato di Gombola è affidata al borgo antico, di probabile fondazione longobarda: fortilizio citato dall'XI secolo sul Saxum Gomulae, dominava la valle del torrente Rossenna presso la via Bibulca, l'importante strada medievale su un tracciato romano che conduceva alla Toscana. Sul Saxum si ergevano la chiesa di San Michele e il Castello, collegato a una serie di fortilizi e torri d'avvistamento.

I conti Da Gombola, dapprima al seguito di Matilde di Canossa, nel 1197 si sottomisero al Comune di Modena e nel 1336 si assoggettarono agli Este di Ferrara.

Nel 1416, estintasi la famiglia dei Da Gombola, Nicolò III d'Este concesse il feudo ai conti Cesi, che lo detennero sino all'avvento delle truppe napoleoniche, nel 1796.

Scheda informativa

Scheda informativa
CittÓ/LocalitÓ
Polinago (MO)
Indirizzo
Gombola
C.A.P.
41040

Itinerario

Romanico con gusto - itinerario storico

chiusura della tabella
ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: martedý 2 settembre 2008
data di modifica: domenica 10 agosto 2014