Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)

Pavullo nel Frignano

Palazzo e Parco Ducale

Il maestoso complesso venne fatto erigere a partire dal 1830 dal duca di Modena Francesco IV d'Austria Este. Ospita la Galleria d'arte contemporanea.
Nel parco domina un monumentale cedro del Libano chiamato il "Pinone".

Il Palazzo Ducale

Fu fatto costruire dal 1830 su committenza di Francesco IV d'Austria Este che scelse come sede di villeggiatura della corte Pavullo per la facilità con cui era raggiungibile da Modena grazie alla Via Giardini. Fu progettato dall'ingegnere Sigismondo Ferrari, maggiore dell'esercito ducale, secondo i modelli neoclassici del tempo con un minuzioso impianto simmetrico di nove aperture per piano. I lavori iniziarono nel 1830, ma procedettero molto lentamente. Nel 1844 la costruzione del palazzo non era ancora stata ultimata, così quando nel 1846 Francesco V succedette al padre, utilizzò la costruzione come residenza estiva per poco più di un decennio fino all'Unità d'Italia.

In questo periodo furono ospiti illustri personaggi parenti della famiglia regnante: i reali Infanti di Spagna, Don Giovanni e Maria Beatrice, l'imperatrice Maria Anna d'Austria, il re di Sassonia, il granduca di Toscana e la principessa Augusta di Baviera. Fu ristrutturato nel 1882 per fare posto agli uffici della Prefettura e del Tribunale, e nel 1985 per destinare il piano terreno a Galleria d'Arte.

Attualmente ospita la Galleria d'Arte Contemporanea, la Biblioteca comunale "G. Santini" e nei sotterranei la "Galleria dei Sotterranei", oltre a vari uffici comunali e statali.

Antistante il Palazzo Ducale si erge il Monumento a Raimondo Montecuccoli, il celebre generale dell'Impero, stratega e trattatista nativo della frazione di Montecuccolo, busto bronzeo di Giuseppe Graziosi del 1909.

Gallerie d'Arte Contemporanea di Palazzo Ducale

Le gallerie civiche di Palazzo Ducale operano nella gestione diretta da parte dell'Assessorato alle Attività Culturali nell'ambito di un progetto integrato di iniziative espositive e culturali, permanenti e temporanee, realizzate nelle diverse sedi in base alle seguenti destinazioni:

Galleria d'Arte Contemporanea - Palazzo Ducale
attività espositive nell'ambito delle arti figurative;
Pinacoteca Civica: Palazzo Ducale e Castello di Montecuccolo
attività permanente di raccolta di opere e di presentazione degli artisti del territorio;
Galleria dei Sotterranei e Ghiacciaia del Duca
attività espositive dedicate ai linguaggi emergenti e programmazioni multimediali nell'ambito di progetti culturali dedicati a linguaggi trasversali (arti visive, musica, letteratura e spettacolo)

Il Parco Ducale

Il Parco Ducale, pensato e realizzato come naturale completamento del palazzo, risale alla prima metà dell'800. Il Parco si sviluppa a partire dal Palazzo Ducale occupando tutto il versante che degrada dalle alture del Monte dei Frati e del Sassone verso la via Giardini. Il Parco Ducale costituisce ormai un importante tassello verde di Pavullo. La conformazione del parco risente fortemente dell'orografia che caratterizza tutto il paesaggio dell'altopiano pavullese. Il terreno quindi risulta mosso e l'esposizione varia dei versanti ha favorito l'impianto di una vegetazione molto differenziata, accrescendo il pregio botanico e il fascino del giardino. La rete dei sentieri è particolarmente fitta e segue l'andamento del terreno evitando brusche salite.

I tracciati naturalmente convergono verso determinati punti focali che guidano alla visita del Parco; oltre al Palazzo Ducale si possono citare la fontanina, la vasca dei pesci rossi, la fontana alta, il Sassone, la Capannina da cui si gode un bello scorcio di parco. Qui si possono ammirare esemplari monumentali di Cedro del Libano, come il celebre "Pinone", di Sequoia, di Tuia, di Faggio, accostate a piante esotiche particolari e ad essenze endogene come l'Acero Riccio, l'Acero Campestre, il Frassino, l'Abete, ecc.

Scheda informativa

Scheda informativa
CittÓ/LocalitÓ
Pavullo nel Frignano (MO)
Indirizzo
Via Giardini, 3
C.A.P.
41026
Telefono
0536.29022
chiusura della tabella
ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: giovedý 20 novembre 2008
data di modifica: sabato 16 agosto 2014