Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)

Carpi, Novi di Modena

Valle di Gruppo

Si estende in una zona agricola di pianura attraversata da un intricato reticolo di fossi e canali.

Si estende in una zona agricola di pianura attraversata da un intricato reticolo di fossi e canali, che connettono risaie bacini per allevamento ittico, stagni per attività venatoria, rimboschimenti, aree umide, prati umidi, siepi, filari. Nella parte nord, si trova l’oasi di protezione della fauna “Borsari”, una delle più importanti garzaie presenti nel territorio provinciale.

Nella parte sud si trova l’oasi del WWF “La Francesa”, che copre un’area di circa 20 ettari a Fossoli di Carpi. È costituita da ambienti naturali e seminaturali di pregio quali zone umide, boschi, siepi, radure, canali irrigui e fossati che rappresentano un notevole patrimonio di biodiversità.

Questi ambienti sono stati realizzati per la maggior parte in anni recenti dal Comune di Carpi, dalla Provincia di Modena e dall’associazione Panda Carpi che da qualche anno ha in gestione l’oasi.

Vegetazione e flora

È varia, da quella acquatica tipica delle zone umide, alle zone di prateria umida, a quella delle formazioni forestali planiziali, a quella marginale dei coltivi. Nel sito è presente un habitat di interesse comunitario legato ad ambienti acquatici. Nel bosco misto dell’oasi sono presenti la quercia, il carpino bianco, il frassino, l’olmo, l’acero campestre.

Nelle zone umide diverse specie di salici e pioppi e nelle siepi e nei cespuglieti il prugnolo, il biancospino, la rosa canina, il sambuco.

Fauna

È un’importante area di sosta e alimentazione per numerose specie legate agli ambienti umidi, oltre a essere un sito di nidificazione. La garzaia presente è una delle maggiori in Emilia-Romagna con circa 300 nidi di airone cenerino, oltre ai numerosissimi nidi di nitticora e garzetta e airone guardabuoi.

L’oasi costituisce un habitat ideale per l’avifauna, in particolare per gli uccelli delle zone umide come gli aironi, il cavaliere d’Italia, il combattente, il beccaccino, la pettegola, la pantana, il corriere piccolo, l’alzavola, la marzaiola e persino la cicogna bianca. Presente anche una rappresentanza ricca e variegata di mammiferi, anfibi, rettili, rapaci diurni e notturni.

Attività

Birdwatching dal capanno di avvistamento e visite naturalistiche grazie a un percorso didattico nel bosco e un percorso sensoriale adatto anche a persone con disabilità motorie e visive. Numerose le attività didattiche rivolte alle scuole.

Scheda informativa

Scheda informativa
Note
Testo tratto da "Cuore verde".
Conoscere e vivere le Aree naturali protette della Provincia di Modena
chiusura della tabella
ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: mercoledý 20 agosto 2014
data di modifica: giovedý 4 settembre 2014