Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)

Carpi - Santa Croce

Lambrusco Salamino di Santa Croce

Fa parte della famiglia dei Lambruschi D.O.P. Deve il suo nome all'omonima frazione del comune di Carpi che sembra sia stata, in tempi antichi, il centro di diffusione di questo vitigno.

Il Lambrusco Salamino di Santa Croce deve il suo nome all'omonima frazione del comune di Carpi che sembra sia stata, in tempi antichi, il centro di diffusione di questo vitigno.

Ha origine dai terreni del Carpigiano e dai contigui terreni della "bassa" modenese. I terreni che ospitano il Lambrusco Salamino di Santa Croce, sono dotati di buona fertilità, grazie anche all'incessante lavoro dell'uomo per oltre due millenni.

Deriva essenzialmente dal vitigno che porta il suo stesso nome, il Lambrusco Salamino. Il disciplinare di produzione prevede l'eventualità che tra le uve Lambrusco Salamino sia possibile la presenza, a livello di impianto, di altri vitigni di Lambrusco Ancellotta e Fortana, localmente detta "Uva d'Oro", in piccola percentuale.

Il grappolo è piuttosto piccolo, sottile, compatto e serrato.

Gli acini, di grandezza non uniforme all'interno dello stesso grappolo, hanno buccia blu-nerastra, spessa e consistente, polpa succosa dal gusto lievemente dolce e acidulo.

Il vitigno Lambrusco Salamino ha un'ottima vigoria, le sue uve raggiungono la maturazione nella prima decade di ottobre.

Il Lambrusco Salamino di Santa Croce ha colore rosso rubino carico con spuma dagli orli violacei, come pure violacei sono i riflessi del vino. Il profumo è fresco, fine, persistente, fruttato, dal caratteristico aroma vinoso intenso, che ricorda la frutta matura. Vino brioso, schietto, non impegnativo, riesce gradito ad ogni palato e si sposa alla perfezione non solo con la tipica "pasta asciutta" della cucina emiliana, ma anche con preparazioni più robuste di primi piatti in genere e con gli arrosti, soprattutto se di carni bianche o di maiale.

La zona di produzione del Lambrusco Salamino di Santa Croce D.O.P. comprende il territorio dei comuni di Campogalliano, Camposanto, Carpi, Cavezzo, Concordia sulla Secchia, Finale Emilia, Medolla, Mirandola, Modena, Soliera, Novi, San Felice sul Panaro, San Possidonio tutti in provincia di Modena.

Scheda informativa

Scheda informativa
CittÓ/LocalitÓ
Carpi (MO)
C.A.P.
41012
Url / sito
chiusura della tabella
ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: martedý 26 agosto 2008
data di modifica: lunedý 8 settembre 2014