Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)

Sassuolo

Sassolino

Distillato a base di anice stellato, ideato all’inizio dell’Ottocento dal signor Bazzingher, uno svizzero del Canton Grigioni, trasferitosi a Sassuolo. Utilizzato per lo più nella pasticceria, è ottimo anche come digestivo e correttivo del caffè.

Il Sassolino è nato nel 1804, quando lo speziale svizzero Bazzingher con alcuni connazionali, molti dei quali speziali o droghieri, si stabilì a Sassuolo. Distillando gli "anici stellati cinesi" ottenne un ottimo liquore che ebbe da subito un gran successo anche grazie ai cadetti dell'Accademia Militare di Modena, provenienti da tutt'Italia, che nella seconda metà dell'Ottocento si recavano a Sassuolo per il campo estivo e le esercitazioni di tiro. Furono loro a coniare l'appellativo di "Sassolino" per l'infuso ideato da Bazzingher. La sua ditta passò dapprima ai Fasciati e, in seguito, alla famiglia Stampa. Ottimo digestivo e correttore del caffè, è usato nella preparazione dei dolci di tradizione modenese, come il bensone e la zuppa inglese.

Le distillerie sassolesi producono ancora oggi il Sassolino con alcool purissimo, anice stellato essiccato e altri segretissimi ingredienti. Il liquore ottenuto è commercializzato alla gradazione ottimale di 40°.

L'anice stellato è il frutto dell'Illicium verum hook, albero simile all'alloro, originario della Cina meridionale. Ha l'aspetto di una stella formata da 6-8 follicoli, ovali, compressi, appuntiti, legnosi, di colore bruno rossastro, contenenti ciascuno un seme più chiaro di odore aromatico anisato e sapore dolcigno.

Scheda informativa

Scheda informativa
CittÓ/LocalitÓ
Sassuolo (MO)
C.A.P.
41049
Url / sito
chiusura della tabella
Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Deleghe
···› Commercio e turismo
ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: sabato 29 novembre 2008
data di modifica: lunedý 8 settembre 2014