Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: LocalitÓ | · Montese

Montese

Importante centro turistico estivo dell’Appennino modenese dominato dalla Rocca duecentesca magnificamente conservata. Nei dintorni si trovano interessanti testimonianze storiche del periodo medioevale. È rinomata per la Patata di Montese.

Circondata da castagneti e faggeti, Montese fronteggia le cime del crinale tosco-emiliano.

La rocca, assai danneggiata nel corso dell'ultima guerra, è stata restaurata dal Comune di Montese e adibita a sede museale ed espositiva.

La sua Rocca, importante già nel XII secolo, sorse in una postazione dominante l'alta valle dello Scoltenna, al confine con il territorio bolognese. Il luogo era abitato sin dall'antichità, come documentano i reperti d'età romana rinvenuti in scavi ottocenteschi. Dal 1212 rientrò nei possedimenti dei Montecuccoli; fu a lungo conteso fra Modenesi e Bolognesi, e agli inizi del '500 fra gli stessi Montecuccoli e i Tanari, signori di Gaggio Montano. Sino al 1697 appartenne ai Montecuccoli, quindi passò sotto il diretto governo degli Este, che nel '700 lo cedettero in feudo ai marchesi Selvatico e poi ai conti Malaspina.

La storia più recente è legata alla Linea Gotica che correva non lontano da Montese, lungo lo spartiacque del Monte Belvedere e che per quasi due anni durante la seconda guerra mondiale divise l'Italia in due: a nord i nazifascisti, a sud gli alleati. Nel territorio montesino sono state restaurate varie strutture e postazioni della Linea Gotica.

Scheda informativa

Scheda informativa
CittÓ/LocalitÓ
Montese (MO)
C.A.P.
41055
Url / sito

Itinerari

Strada europea del Castagno
Località

Abitanti
3.357 (fonte: Censimento 2011)
Altitudine
Da 254 a 1.139 metri s.l.m.
Capoluogo 841 metri s.l.m.
chiusura della tabella
Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Deleghe
···› Commercio e turismo
ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: martedý 23 settembre 2008
data di modifica: giovedý 17 luglio 2014