Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: LocalitÓ | · Palagano

Palagano

Centro turistico dell’Alta valle del Secchia ricco di itinerari naturalistici e testimonianze del periodo medioevale. Vi si svolgono manifestazioni internazionali per fuoristrada.
In località Monchio di Palagano si trova il Parco di Santa Giulia con il memoriale dedicato alla Resistenza.

Palagano è adagiato nella splendida vallata del Dragone.

Citato per la prima volta in un documento del 1144, era nel periodo feudale uno dei più popolosi villaggi della “corte” di Medola, nelle Terre della Badia. Dopo il declino del monastero di Frassinoro, Palagano passò prima sotto il controllo diretto dei modenesi, poi fu governato dai conti di Gombola e in seguito dai Montecuccoli. Nel 1534 Alfonso I d’Este assegnò Palagano ai Mosti di Ferrara che lo tennero con il nome di contea di Rancidoro per 240 anni, fino all’estinzione della casata. Venne infine retto dai Sabbatini di Fanano, sotto ai quali rimase fino alla Rivoluzione francese e alla soppressione dei privilegi feudali.

Durante l’ultima guerra mondiale questi luoghi furono teatro di episodi cruenti legati alla lotta di Resistenza: nel marzo del 1944 i nazifacisti per rappresaglia trucidarono 129 persone.

Quella di Monchio è una delle stragi nazi-fasciste più rilevanti tra quelle avvenute in Italia tra il 1943 e il 1945. In regione è seconda, come numero di vittime, solo a quella di Monte Sole. Ma è anche una delle stragi meno conosciute, e solo dopo quasi settant'anni c'è stato un processo contro alcuni dei responsabili.

Scheda informativa

Scheda informativa
CittÓ/LocalitÓ
Palagano (MO)
C.A.P.
41046
Url / sito

Itinerario

Località

Abitanti
2.354 (fonte: Censimento 2011)
Altitudine
Da 307 a 1.450 metri s.l.m.
Capoluogo 703 metri s.l.m.
chiusura della tabella
Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Deleghe
···› Commercio e turismo
ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: martedý 2 settembre 2008
data di modifica: mercoledý 3 dicembre 2014