Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)

Modena, Campogalliano e Rubiera (RE)

Riserva Naturale orientata Casse di Espansione del fiume Secchia

La cassa di espansione del fiume Secchia, situata tra le Province di Modena e Reggio Emilia, è stata realizzata per regolare le piene del fiume, ha acquisito ben presto notevoli valenze naturalistiche.

La riserva si estende nel territorio dei Comuni di Modena, Campogalliano e Rubiera e comprende la cassa di espansione del fiume Secchia, un tratto di fiume per una lunghezza di sei chilometri e terreni agricoli circostanti.

Si tratta di circa 260 ettari di riserva naturale (all'interno di 800 ettari di area di riequilibrio ecologico), caratterizzati da specchi d'acqua permanenti con isolotti e penisole, e un tratto del corso del fiume Secchia . La Riserva è nata per proteggere questi ambienti che hanno funzione di riequilibrio ecologico per tutto il territorio circostante caratterizzato da aree agricole, cave di sabbia e ghiaia, aree per attività sportive e ricreative, grandi infrastrutture viarie.

La vegetazione è tipica degli ambienti umidi di pianura. Troviamo una discreta ricchezza di specie: tra le arboree i salici, i pioppi, l'ontano, l'olmo, l'acero campestre, la farnia, il frassino e la robinia. Tra le arbustive, oltre ai salici, il sanguinello, il rovo, il biancospino, il sambuco, il prugnolo, la rosa canina. In prossimità dell'acqua troviamo specie erbacee igrofile quali la typha, la canna palustre, i giunchi, e nell'acqua le ninfee.

Tra gli animali selvatici gli uccelli sono la componente più vistosa per l'abbondanza delle specie nidificanti, di passo e svernanti quali la gallinella, la folaga, il germano reale, il martin pescatore, il pendolino, l'airone cinerino, la nitticora, la rondine di mare, il topino, il gruccione, lo svasso, il tuffetto, la garzetta, il cormorano, il falco di palude. Tra gli uccelli dei boschi golenali e dei pioppeti troviamo invece la gazza, la ghiandaia, lo sparviere, il gheppio e la poiana.

Tra i mammiferi sono comuni la volpe, la donnola, la faina, il tasso, la volpe e il ghiro, mentre i boschi ripariali sono adatti anche per il capriolo, che vi ha fatto più volte la sua comparsa. Forte diffusione locale della nutria, un grosso roditore di origine sudamericana abitatore degli ambienti palustri. Rettili tipici di questi ambienti sono la natrice tassellata, la natrice dal collare, la tartaruga palustre e nelle zone più asciutte e cespugliate il ramarro, la lucertola campestre e il biacco. Buona la presenza di specie ittiche degli ambienti fluviali e palustri padani (cavedano, barbo, scardola, carpa, tinca, luccio) oltre a specie di recente diffusione (siluro d'Europa, luccio perca). Nel fiume e nelle cave allagate sono presenti anche grandi molluschi bivalvi d'acqua dolce (Unio, Anodonta).

La visita alle casse è consigliata in primavera e autunno (anche in inverno per il birdwatching). Si possono fare interessanti escursioni a piedi, in bicicletta e a cavallo. Nelle aree adiacenti la Riserva si possono svolgere diverse attività sportive (canottaggio, pesca).

La Riserva naturale orientata "Cassa di espansione del fiume Secchia" è stata  istituita con delibera del Consiglio Regionale dell'Emilia Romagna n. 516 del 17 dicembre 1996. È gestita dall'Ente di gestione per i Parchi e la Biodiversità Emilia Centrale.

Scheda informativa

Scheda informativa
CittÓ/LocalitÓ
Rubiera (RE)
Indirizzo
Via Fontana 2
C.A.P.
42048
Url / sito
Telefono
0522.627902 - Cell 348.5219711
Fax
0522.261483
E-Mail
chiusura della tabella
ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: venerdý 22 agosto 2008
data di modifica: giovedý 4 settembre 2014