Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: LocalitÓ | · Cavezzo · Arte e Cultura

Cavezzo

Chiesa Parrocchiale di Sant'Egidio Abate

Sorge sul luogo dove alla fine del XII secolo si ergeva un oratorio. L’attuale edificio è dei primi del Novecento. Danneggiata dal terremoto del 2012 è attualmente chiusa.

La chiesa parrocchiale di Sant’Egidio Abate  che sorge sul luogo dove alla fine del XII secolo si ergeva un oratorio. Ricostruita nel 1620 e nel 1748, venne completamente demolita nel 1909 a causa delle precarie condizioni in cui versava. I lavori di ricostruzione terminarono nel 1912 secondo il progetto dell'architetto Giacomo Masi (1863-1923), cavezzese di adozione.

Presenta una maestosa facciata ad arco trionfale in laterizio alta 21 metri con quattro lesene di ordine gigante (cimate da capitelli pseudoionici con protomi leonine) su alto basamento. Le lesene reggono cornicione e timpano in notevole aggetto, sovrastato a propria volta da altro elemento su cui troneggia la croce. La lunetta, che sovrasta la quadrifora di gusto neoromanico, è adornata da un bassorilievo raffigurante una Annunciazione opera di Giuseppe Ascari (1939), di compassata ispirazione neoquattrocentesca.

L'interno a navata unica, voltato a botte, è assai luminoso grazie alla presenza di sei ampie finestre termali praticate nel cleristorio. Tre cappelle per parte si aprono nei lati, pausati da una travata ritmica di lesene cimate da capitelli pseudoionici. Tra le aperture dei vani che si alternano alle cappelle laterali sono visibili modanature di tenue gusto déco. Pregevole il dossale dell'altar maggiore opera del celebre carpigiano Annibale Griffoni (1619-1679) in scagliola policroma. Tra gli arredi, significativo il ricchissimo tronetto in legno dorato per l'esposizione del SS. Sacramento di fattura bolognese settecentesca, custodito in pregevole armadio di gusto veneto, nonché il paliotto mobile ricamato dell'altar maggiore, anch'esso di fattura bolognese settecentesca.

La torre campanaria, ricostruita nel 1781, risanata nel 1921 dall'architetto Masi e sottoposta recentemente ad un importante restauro, vide sostituire nel 1830 la primitiva cupola con l'attuale guglia.

Scheda informativa

Scheda informativa
CittÓ/LocalitÓ
Cavezzo (MO)
Indirizzo
Via Santo Fattori
C.A.P.
41032
chiusura della tabella
ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: martedý 19 agosto 2008
data di modifica: giovedý 10 luglio 2014