Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: LocalitÓ | · Fanano · Arte e Cultura

Fanano

Chiesa di San Giuseppe e l’antico convento degli Scolopi

Fondata nel 1619 dal conte fananese Ottonello Ottonelli, con il convento degli Scolopi e le annesse Scuole, la chiesa possiede uno straordinario arredo artistico, che la rende uno dei più sontuosi templi barocchi dell’Appennino.

La chiesa, di recente restaurata, fu eretta a partire dal 1619 dal capomastro Adamo Adametti di Lugano per volere del conte fananese Ottonello Ottonelli, che fondò anche l’annesso convento e le Scuole degli Scolopi, polo spirituale ed educativo di primario rilievo.

L’antico convento è sede del Municipio di Fanano; il bel “Chiostro degli Scolopi”, sulla via Sabbatini, e le suggestive “Cantine degli Scolopi” con accesso da piazza Marconi, ospitano esposizioni ed eventi culturali.  

La chiesa, con semplice facciata a capanna, ha interno ad aula unica, adatta alla predicazione, con sei cappelle. L’arco trionfale s’innesta su colonne “libere”, secondo il gusto del “classicismo scenografico” emiliano.

Il presbiterio accoglie la pala del Ritrovamento di Gesù al tempio fra la Madonna e San Giuseppe; incompiuta per la morte del suo autore, il modenese Giulio Secchiari morto nella peste del 1630, fu completata da Pellegrino Pellegrini da Fanano, allievo di Guido Reni.

Ai lati, le due tele ovali con il Riposo nella fuga in Egitto, copia da Federico Barocci, e la Natività sono attribuite al settecentesco don Giuseppe Bosi di Fanano; le due tele rettangolari con lo Sposalizio della Vergine e il Transito di San Giuseppe, copia da Marcantonio Franceschini, furono dipinte nel 1731 dallo scolopo frà Francesco M. di San Marco.

Fra le belle pale delle cappelle, nella seconda di destra spicca la Madonna della Ghiara, capolavoro di Ludovico Lana, vi interpreta con toccante poesia l’eletto classicismo reniano; fu commissionata nel 1648 da Agramante Fogliani che eresse anche la cappella di fronte con il Martirio di santa Caterina d’Alessandria, eseguito nel 1632 dal centese Lorenzo Gennari, della bottega del Guercino.

Nella terza cappella di sinistra, Sant’Anna fra Santi con la Madonna col Bambino, tela di pieno Seicento; di fronte, la Madonna col Bambino e San Giuseppe Calasanzio, fondatore degli Scolopi, tela di metà Settecento del modenese Girolamo Vannulli. Il prezioso organo risale al 1649.

Scheda informativa

Scheda informativa
CittÓ/LocalitÓ
Fanano (MO)
Indirizzo
Via San Giuseppe
C.A.P.
41021
chiusura della tabella
ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: giovedý 6 novembre 2014
data di modifica: lunedý 1 dicembre 2014