Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: LocalitÓ | · Fanano · Arte e Cultura

Fanano

Santuario della Madonna del Ponte

Luogo di culto fra i più suggestivi, immerso in una collocazione naturalistica di particolare incanto, è testimonianza di una devozione popolare che assunse le forme dell’arte di Pellegrino Pellegrini, pittore fananese del Seicento allievo di Guido Reni.

L’oratorio della Madonna del Ponte (detta anche delle Grazie) sorge in una suggestiva località, fuori dal centro urbano, lungo la strada che porta a Fellicarolo; antistante, un poggio con una pittoresca veduta sulla valle del torrente Leo.

L’edificio fu costruito nel 1650 dai nobili Ottonelli di Fanano, per conservare un’immagine della Madonna con Bambino di pubblica devozione; il loro stemma fregia ancora l’arcone in pietra del presbiterio fu riedificato ai primi del ‘900 con i fondi donati dagli emigranti fananesi. Presenta una sobria facciata a capanna, che riflette la struttura ad aula unica, con copertura a due falde.

Nel sobrio interno, l’unico altare si fregia del dipinto con L’Eterno in gloria fra angeli e i Santi Filippo Neri, Antonio da Padova, Pellegrino e Francesco di Paola, eseguito da Pellegrino Pellegrini detto Pellegrino da Fanano, allievo di Guido Reni, che incornicia come “frontale” la venerata immagine della Madonna col Bambino; è racchiuso nella cornice monumentale in legno intagliato e dorato del fananese Giovanni Gherardini, commissionata, assieme al dipinto, dagli Ottonelli attorno al 1650.

Nella grande tela, Pellegrino da Fanano – pittore fecondissimo, il maggiore nell’area del Frignano in epoca seicentesca – concilia ricordi dal manierismo cinquecentesco, nella gloria del Padre Eterno con la colomba dello Spirito Santo, al linguaggio classicistico appreso alla bottega bolognese di Reni, evidente nel San Filippo Neri, accanto a brani di quel vigoroso naturalismo che gli è peculiare: lo si coglie nella rustica figura di San Pellegrino, figura tra storia e leggenda, figlio del re di Scozia che visse eremita nelle selve appenniniche fra Modena e Lucca.

Di vivo interesse è il paesaggio al centro della composizione, con la veduta di Fanano a presidio della valle percorsa dal torrente Leo, nello sfumare digradante delle montagne. 

Scheda informativa

Scheda informativa
CittÓ/LocalitÓ
Fanano (MO)
Indirizzo
Via Madonna del Ponte
C.A.P.
41021
chiusura della tabella
ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: venerdý 7 novembre 2014
data di modifica: lunedý 1 dicembre 2014