Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: LocalitÓ | · Finale Emilia · Arte e Cultura

Finale Emilia

Castello di Carrobio di Massa Finalese

Sorge nella frazione di Massa Finalese. Edificato agli inizi del Novecento è una delle maggiori residenze presenti nel territorio della bassa modenese. Il viale d’ingresso dell’edifico fa oggi parte del parco cittadino.

Il Castello di Carrobio, un maestoso edificio che risale all'inizio del Novecento (1898-1914), è curioso episodio di revival neomedievale. Lo fece costruire Vittorio Sacerdoti, conte di Carrobio, ambasciatore al servizio del Re d'Italia.

Inserito all'interno di uno splendido parco, si ispira al castello tedesco di Tobitshau di cui era proprietario un cognato del conte. Voluto come palazzo di rappresentanza ufficiale dove ricevere con feste e ricevimenti ospiti illustri - nel 1935 qui venne ospitato principe del Piemonte Umberto di Savoia -, in seguito agli eventi bellici cadde in uno stato di progressivo abbandono che terminò solo coi restauri dei primi anni Novanta.

Il castello conserva a tutt'oggi un grande effetto scenografico pur discostandosi dai modelli costruttivi e stilistici padani. La sua struttura massiccia, tutta in pietra "faccia a vista", è alleggerita da finestre neogotiche ornate con marmi. Gli interni conservano particolari decorativi molto ricercati, frutto di abili artigiani. 

È di proprietà privata. E' stato fortemente colpito dal sisma del maggio 2012.

Scheda informativa

Scheda informativa
CittÓ/LocalitÓ
Finale Emilia (MO)
Indirizzo
Massa Finalese
C.A.P.
41034
chiusura della tabella
Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Deleghe
···› Commercio e turismo
ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: lunedý 25 agosto 2008
data di modifica: giovedý 10 luglio 2014