Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: LocalitÓ | · Mirandola · Arte e Cultura

Mirandola

I Barchessoni

Nelle Valli di Mirandola si trovano edifici rurali di grande interesse architettonico che l’esercito italiano utilizzò per l’allevamento dei cavalli tra Otto e Novecento, raccogliendo la tradizione dell’allevamento di pregiate razze equine dei Pico. Merita una visita il Barchessone Vecchio ora sede del centro di educazione ambientale.

Il primo barchessone, oggi conosciuto col nome di Barchessone Vecchio, venne eretto nel 1824 nel cuore delle Valli Mirandolesi e, più precisamente nell'area compresa tra San Martino Spino e Gavello. Si tratta di un edificio rurale dalla struttura completamente differente rispetto ai rustici appartenenti alla cultura costruttiva locale. Presenta infatti una pianta poligonale con un diametro di circa 28 m. e due ordini di pilastri disposti a raggiera intorno a quello centrale.

Questo pilastro e la fila di colonne più interne sorreggono il piano superiore entro cui era ricavata l'abitazione alla quale si accedeva tramite una scala a chiocciola. Il piano inferiore era adibito all'allevamento dei cavalli e presentava enormi finestroni in legno con apertura a ribalta, tuttora mantenuta.

In questo edificio si possono cogliere soluzioni strutturali che possono ricordare le basiliche paleocristiane (es. la scaletta a chiocciola racchiusa all'interno della colonna centrale, gli archi di sostegno al piano superiore), tanto che il Barchessone Vecchio viene anche chiamato la "Basilica delle Valli".

Altri barchessoni vennero eretti dall'esercito italiano che aveva presso i terreni di Portovecchio di San Martino Spino di Mirandola il "V Deposito Allevamento Cavalli". I militari recepirono infatti l'estrema funzionalità del barchessone per l'allevamento del cavallo da utilizzarne la stessa struttura architettonica, anche se in maniera semplificata su un unico piano, per la realizzazione di altre sei tettoie per cavalli. A partire dal 1885 furono eretti i Barchessoni di Portovecchio, Casalvecchio e Fieniletto, mentre i restanti Pascolo, Barbiere e Cappello furono realizzati successivamente.

Oggi è possibile ammirare alcuni di queste interessanti costruzioni rurali. In particolare si segnala il Barchessone Vecchio; nel piano inferiore sono state allestite una sala conferenze con 120 posti a sedere e una sala mostre mentre nel piano superiore è stata realizzata la sede del Centro di Educazione Ambientale "La Raganella", un servizio intercomunale gestito tramite convenzione dai Comuni di Mirandola, San Possidonio, Concordia sulla Secchia, Cavezzo e San Prospero sulla Secchia.

Scheda informativa

Scheda informativa
CittÓ/LocalitÓ
Mirandola (MO)
Indirizzo
Via Zanzur, 36/A, San Martino Spino
C.A.P.
41037
chiusura della tabella
Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Deleghe
···› Commercio e turismo
ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: sabato 29 novembre 2008
data di modifica: giovedý 17 luglio 2014