Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: LocalitÓ | · San Prospero · Arte e Cultura

San Prospero

Ville Frazione di Staggia

Casino Barbieri ora villa Lugli, Casa Torretta o Bastardella, Villa Zanfrognini, Villa Rizzatti e Villa Alessandrini, Villa Traldi o Valisnieri, orte Bocchi, Villa Vecchi già Malavasi

Casino Barbieri ora villa Lugli

Via Verdeta di Sotto, con dimora padronale che pare risalga al Medioevo, ma d'aspetto settecentesco con ristrutturazioni nell'Ottocento; ai margini del giardino, in parte ancora recinto da antica muraglia, s'innalza l'oratorio di San Luigi con sagrestia, di fine Settecento.

Casa Torretta o Bastardella

In frazione Staggia, strada provinciale Cavezzo-Camposanto, è residenza di aspetto ottocentesco, con una torretta-altana dalla quale deriva la denominazione.

Villa Zanfrognini

In via Bosco 17, settecentesco "casino di delizie" con vari casamenti rustici di servizio, contornata da un parco con piante secolari.

Villa Rizzatti e Villa Alessandrini

Situate in via Bosco. Sono edifici dai lineamenti architettonici comuni: il corpo di fabbrica, con scalinata d'accesso, si eleva tra due torri, secondo una tipologia ben diffusa in epoca cinquecentesca, "citazione" dalla struttura castellana con vari esempi nel territorio modenese. Nelle rispettive parti retrostanti sono ancora visibili le piccole alture delle antiche ghiacciaie. Entrambe risalenti al Cinquecento, conservano un folto boschetto. Piuttosto ampia e ben conservata l'area verde realizzata ai primi anni '80 del XX sec. intorno alla sobria ed elegante Villa Alessandrini.

Villa Traldi o Valisnieri

In via Bosco 41, in direzione dell'incrocio con la strada Cavezzo-Camposanto: complesso rurale costruito fra Sette e Ottocento, acquistato nel 1820 da Fausto Valisnieri, fattore dei conti Munarini, allora proprietari della corte Verdeta.

Corte Bocchi

Nel centro di Staggia, in via Chiesa, è esemplare della tipologia della corte "chiusa", con un nucleo originario che risalirebbe al Quattrocento, fulcro di una vasta azienda agricola la cui dimora signorile fu eretta nella seconda metà del Settecento, epoca di ampliamento di tutta la corte; delle due antiche torri ne resta una, sormontata da un torricino a lanterna.

Villa Vecchi già Malavasi

In frazione Staggia, all'incrocio fra via Chiesa e via Gallerana, fu costruita nel 1790, come risulta dalla data all'interno dello scalone; caratterizzata dalla forma a U, chiusa nel quarto lato da un diaframma murario in cui si apre il portale d'accesso; all'interno, un piccolo ma prezioso giardino con fontana adorna della statua di Flora. E' quindi circondata da ampio giardino romantico, "all'inglese".

Scheda informativa

Scheda informativa
CittÓ/LocalitÓ
San Prospero (MO)
Indirizzo
Staggia
C.A.P.
41030
chiusura della tabella
ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: martedý 2 dicembre 2014
data di modifica: venerdý 7 agosto 2015