Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)

Frassinoro

Via Crucis Vivente

A Frassinoro ogni tre anni si svolge la tradizionale Via Crucis Vivente. Migliaia di spettatori assistono ad una rappresentazione spettacolare con oltre 200 figuranti in costume. Ultima edizione 2012.

Tra le storiche celebrazioni del Venerdì Santo che si svolgono nell'Appennino, la Via Crucis Vivente di Frassinoro, un appuntamento che ha cadenza triennale, è quella che vanta la maggiore tradizione. Si tratta della manifestazione a carattere religioso-popolare e culturale forse più importante dell'intera Regione Emilia Romagna, unica nel suo genere in Italia, per spettacolarità, per la mole di eventi organizzati a contorno, per la partecipazione di pubblico. Tutto il paese è coinvolto nell'organizzazione dell'evento, fin dalla fase di allestimento delle stazioni, con l'obiettivo di una fedele ricostruzione storica della Palestina di duemila anni fa. Oltre 200 figuranti in costume d'epoca, tutti abitanti nel comune di Frassinoro, danno vita alle 15 stazioni dedicate alla Passione di Cristo, le 14 tappe tradizionali a cui si aggiunge la scena relativa all'Orto degli Ulivi. A ciascun quadro rappresentato corrisponde un "capostazione", il cui incarico viene tramandato di padre in figlio per conservare la tradizione.

Per circa due ore i protagonisti sfidano il freddo della montagna modenese rimanendo fermi in posa, nella suggestiva visione del paese illuminato solamente dalle fiaccole. I visitatori sfilano silenziosi davanti alle stazioni, accompagnati da musica sacra e brani del Vangelo, lungo un percorso di circa un chilometro e mezzo con partenza e arrivo dall'Abbazia benedettina di Frassinoro.

Durante la processione viene letto un testo approntato per l'occasione, che sarà momento di riflessione da parte dei partecipanti. Intercalato alla lettura del testo, saranno inseriti per la prima volta brani cantati di natura religiosa mutuati dalla tradizione locale, frutto di una ricerca da parte di musicofili locali e non.

La prima Via Crucis Vivente di Frassinoro si è celebrata il 13 aprile 1906, per volere del parroco del tempo Don Francesco Bernardi. Nata come solenne Processione del Cristo Morto, già negli anni 20 e 30 viene organizzata da un comitato locale che fornisce stabilità all'iniziativa. Nel dopoguerra la manifestazione diventa evento religioso-culturale con un'impronta scenica sempre più marcata, si costituisce il Comitato d'onore, si usano i mezzi di comunicazione per promuovere l'evento, il pubblico che partecipa si fa via via più numeroso, e si tratta non solo di pellegrini, devoti e credenti ma anche di moltissimi turisti. Risale infine al 1952 la comparsa per la prima volta del quadro d'apertura "Gesù nell'orto degli ulivi", che si aggiunge ai quattordici tradizionali codificati dalla tradizione del diciassettesimo secolo.

La manifestazione è organizzata dalla parrocchia e dal comitato Via Crucis Vivente di Frassinoro, con l'Alto Patrocinio della Presidenza del Consiglio dei Ministri, il patrocinio e la collaborazione della Provincia di Modena, del Comune di Frassinoro e dall'Unione dei Comuni appennino Modena Ovest.

Scheda informativa

Scheda informativa
CittÓ/LocalitÓ
Frassinoro (MO)
C.A.P.
41044
Url / sito
chiusura della tabella
Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Deleghe
···› Commercio e turismo
ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: giovedý 10 luglio 2014
data di modifica: mercoledý 16 luglio 2014