Salta il men¨ di navigazione, vai al contenuto principale (Corpo centrale)
ti trovi in: LocalitÓ | · Modena · Feste e manifestazioni

Modena

San Geminiano Patrono di Modena

Il 31 gennaio festa del Patrono di Modena. Esposte in Duomo le reliquie del santo, nelle vie e piazze del centro il Corteo Storico e la fiera con le tradizionali bancarelle. Si corre la Corrida, gara podistica internazionale.

Il 31 gennaio di ogni anno la città di Modena si ferma per celebrare il proprio patrono San Geminiano.

Nella figura del Santo Patrono si intrecciano storia e credenze leggendarie tramandate dal culto religioso. Le leggende che hanno contribuito a rendere San Geminiano il protettore della città di Modena sono legate a due episodi in cui si è supposto l'intervento della forza spirituale del santo che anche da morto sarebbe stato in grado di intercedere a favore della città.

La leggenda vuole che nel secolo delle invasioni barbariche, precisamente nel 451, San Geminiano salvò Modena dagli Unni guidati da Attila, nascondendola agli invasori coprendola con una fitta coltre di nebbia.

Parecchi secoli dopo, l'altra leggenda riguarda l'apparizione di san Geminiano alle milizie francesi che nel 1511 ugualmente minacciarono di invadere Modena: in questo caso il santo apparve ai francesi con un aspetto terrificante, spaventandoli e facendoli retrocedore.

La solenne celebrazione religiosa del 31 gennaio prevede che il sepolcro posto nella cripta del Duomo venga scoperchiato per offrire alla venerazione dei fedeli i resti del santo. Alla Messa viene impartita la benedizione con le reliquie ed è presente una delegazione con gonfalone della città di Pontremoli, di cui San Geminiano è ugualmente patrono.

Nel corso della mattina si svolge anche il Corteo Storico che parte dal palazzo comunale e che rappresenta l'omaggio delle autorità civili cittadine alle autorità religiose e al patrono stesso. I Valletti comunali in livrea giallo blu vanno in processione dal Municipio verso il Duomo portando grandi ceri e indossando abiti e parrucche rinascimentali. L'antichissima tradizione ha visto spesso anche la partecipazione del Sindaco e degli Assessori, con l'obiettivo di portare in offerta i ceri e l'olio per la lampada che nella Cripta del Duomo arde perennemente davanti al sepolcro del patrono.

Gli aspetti più popolari di questa festività sono poi espressi nella tradizionale fiera cittadina, con le bancarelle che popolano fino a sera il centro della città brulicante di visitatori provenienti da tutto il territorio modenese, dalla pianura come dalla montagna.

Anche la Corrida di San Geminiano contiene il proprio preciso riferimento al Santo modenese patrono della città. Infatti, il percorso lungo 13,350 km si svolge da Modena a Cognento, il paese natale di San Geminiano, per poi concludersi a Modena nel Parco Novi Sad.

Scheda informativa

Scheda informativa
CittÓ/LocalitÓ
Modena (MO)
Indirizzo
Corso Duomo
C.A.P.
41121
Url / sito
Telefono
Sagrestia: 059.216.078
E-Mail
chiusura della tabella
Ufficio di riferimento
ufficio: ·› Area Deleghe
···› Commercio e turismo
ProprietÓ dell'articolo
data di creazione: mercoledý 7 maggio 2014
data di modifica: martedý 20 gennaio 2015